• Home
  • CV
  • Opere
  • Inst.-Perf.
  • Video
  • Testi
  • Archivi
  • Contatti
  • Accantando - Testi
  • <<
  • 20 di 34
  • >>
  •  
    TRILOGIA ACCADIMENTI
    La Trilogia Accadimenti, è costituita dai video: Accadimenti #1[1], Accadimenti #2[2] e Accadimenti #3[3], ognuno dei quali sviluppa una tematica propria, che si intreccia e si relaziona a quella degli altri.

    Un altro aspetto che li accomuna è il linguaggio adottato, che ne evidenzia le peculiari qualità: lo spiazzamento visivo, sonoro ed emotivo dell'osservatore; caratteristiche ottenute attraverso un particolare uso della fotocamera, un montaggio rapido e serrato, e una meticolosa e paziente messa a punto dei video, in fase di post produzione.

    Tutte le sequenze video ed i sonori live sono stati realizzati con la fotocamera compatta Canon Ixus 220 HS. La scelta di questo modesto dispositivo è stata obbligata: non disponevo d'altro!

    Accadimenti #1
    L'idea di produrre questo video, mi è venuta frequentando alcuni Appuntamenti musicali della Fondazione Piacenza e Vigevano tenuti, all'Auditorium Chiesa San Dionigi di Vigevano, nel 2013. Il video è quindi incentrato sulla musica, esemplificata in varie modalità che comprendono anche il rumore ed il silenzio.

    Esso è costituito da numerosi frammenti visivi e sonori che si accantano[4] al suo interno. Alcuni si riferiscono agli Appuntamenti Musicali, altri mostrano i luoghi emblematici di Vigevano e di Milano, altri ancora accennano ai collegamenti ferroviari fra le due città; il tutto è realizzato con un linguaggio teso a generare visioni anomale e plurime, come quelle ottenute da riprese fatte in bicicletta e a piedi, con la fotocamera ancorata alla caviglia.

    In ambito acustico particolare importanza rivestono i silenzi che, sospendendo la sonorità, dispongono ad un rinnovato ascolto.

    Accadimenti #2
    Il video è costituito da eterogenei frammenti visivi e sonori incentrati sul tema dell'acqua. Pone inoltre attenzione agli habitat naturali, alle piante e alle coltivazioni agricole presenti nella mia zona di residenza.

    Il sonoro è composto prevalentemente da brevi brani musicali prodotti da strumenti a corde a cui si accantano[5] brevi pezzi tratti da film (proiettati durante la rassegna estiva vigevanese Cinema in Castello, 2013) sonori live e silenzi che, sospendendo la sonorità, dispongono ad un rinnovato ascolto.

    Il video inizia e si conclude con due frammenti vocali tratti da una canzone mongola.

    Il linguaggio video è teso a generare visioni anomale e plurime, come quelle ottenute da riprese fatte in bicicletta e a piedi con la fotocamera ancorata alla caviglia, oppure quelle prodotte dalla sua rotazione e altro ancora.

    Accadimenti #3
    Il video è incentrato sulla dualità vita-morte ed é costituito da eterogenei frammenti visivi ottenuti da riprese fatte a Milano: nel centro, al Cimitero Maggiore e al Cimitero Monumentale, che si accanano[6] all'interno del video.

    Il sonoro è composto da un brano appartenente alla tradizione del canto di gola mongolo che, ripetuto più volte, assurge a simbolo dell'indissolubile unità e perenne alternanza del binomio vita-morte.

    Il linguaggio video è teso a generare visioni anomale e plurime, come quelle ottenute da riprese fatte a piedi con la fotocamera ancorata alla caviglia, oppure quelle prodotte dalla sua rotazione e altro ancora.

    Gennaio 2014, Luigi Dellatorre

    [1] Accadimenti #1, 2013, DVD, colore, sonoro, 8:1.
    [2] Accadimenti #2, 2013, DVD, colore, sonoro, 9:42.
    [3] Accadimenti #3, 2014, DVD, colore, sonoro, 8:29.
    [4] Dal neo verbo accantare: mettere accanto; pensiero ed azione artistica che esalta una realtà plurima.
    [5] Vedi nota 4
    [6] Vedi nota 4