• Home
  • CV
  • Opere
  • Inst.-Perf.
  • Video
  • Testi
  • Archivi
  • Contatti
  • Accantando - Testi
  • <<
  • 22 di 34
  • >>
  •  
    ACCANTANDO: SGEOGRAFIE INTIME
    Con l'installazione Accantando: sgeografie[1] intime, compio una riflessione artistica su una tematica attuale che si annuncia generatrice di sgeografie, cioè di alterazioni delle nostre "geografie" mentali: le nostre idee del mondo.

    Nello specifico l'installazione pone l'attenzione ad un aspetto fondamentale della nostra vita: le relazioni intime; quelle che esprimiamo attraverso gli affetti, le passioni, la sessualità e l'amore. Ambiti delicatissimi e di primaria importanza nei quali l'instabilità dei sentimenti, la precarietà degli affetti, le conflittualità e le nuove modalità di coppia e di famiglia, palesano la comparsa delle sgeografie intime, che trasformano la società aprendola ad ulteriori espressività affettive.

    Il titolo dell'installazione si caratterizza per la s "privativa", che ha la funzione di stravolgere il significato canonico del vocabolo geografia, inteso nell'accezione su esposta.

    Agosto 2014, Luigi Dellatorre

    [1] Sgeografie è un neologismo che ho coniato e citato per la prima volta nel mio testo Accantando: sgeografie, del giugno 2013.