• Home
  • CV
  • Opere
  • Inst.-Perf.
  • Video
  • Testi
  • Archivi
  • Contatti
  • Accantando - Testi
  • <<
  • 35 di 39
  • >>
  •  
    SVOLANDO
    Com'é nato il ciclo di opere Svolando? Tutto è incominciato con la voglia di fare un video sugli aeroplani; ma non disponevo di filmanti miei. Quindi: che fare? Niente di nuovo, niente di speciale; tutto come al solito: ho cercato nel Web e ho preso l'occorrente senza pormi dei limiti sul lavoro da svolgere.

    E poi... via con la fantasia; le associazioni più o meno logiche; le opportunità colte al volo e la felice adozione della celeberrima canzone Nel blu dipinto di blu cantata da Domenico Modugno. Il risultato é stato il video Svolando, 2014, colore, sonoro, 3 min 14 sec.

    Dopo la scorpacciata di filmati di aerei, la sopraggiunta sazietà e la voglia di cambiare argomento, ho deciso di abbandonare quel tema; tuttavia il desiderio che l'aveva originato non si era totalmente sopito. E così due anni dopo, la carsica voglia di aerei é riemersa, sospinta dall'abitudine di produrre un legame sinergico tra un video ed un gruppo di opere correlate, al fine di generare un intreccio di linguaggi che ne estendano e rafforzino la tematica comune.

    Ecco quindi, aggiungersi al video, sessanta opere Svolando, - realizzate nell'ambito dell'Accantando[1] - fra giugno e luglio 2016: venti da 70 x 100 cm e quaranta da 30 x 40 cm; tutte da produrre, con stampa digitale, in un esemplare unico.

    Un Accantando diventato però - già pochi mesi dopo il suo esordio - totalmente refrattario al "rigore" dello stare accanto che caratterizzava le immagini delle primissime opere, per mutarsi in un Accantando di immagini affastellate che rispecchia le convulse dinamiche della nostra contemporaneità, in cui la frenetica comunicazione per immagini - e non solo - genera un continuum di evanescenti polveri di pixel che si disperdono con vorticosa rapidità e subitanea obsolescenza.

    Il titolo del ciclo si caratterizza per la "S" privativa[2], che ha la funzione di stravolgere il significato canonico del gerundio di volare.

    Un ultimo aspetto su cui vorrei porre l'attenzione é la mia allarmata apprensione nei confronti dell'enormità del traffico aereo, che pervade ed inquina gli strati più puri del nostro cielo, alterandone la bellezza e la salubrità.

    Luglio 2016, Luigi Dellatorre

    [1] Dal 2008 ho attivato la pratica dell'Accantando - forma gerundiva del neo verbo accantare: mettere accanto - pensiero ed azione artistica che esalta una realtà plurima, instaurando una continuità tra un passato ed un presente che si schiude al futuro.
    [2] La "S" privativa - introdotta per la prima volta con il ciclo Accantando: scalcio, 2012 - ha la funzione di stravolgere il significato canonico dei vocaboli, creando delle "non parole".